Prevent Restore

Prevent Restore 3.01

Impedisci il ripristino dei dati cancellati

Prevent Restore garantisce la tua privacy impedendo il ripristino dei file cancellati. Puoi scegliere tre diversi algoritmi per la sovrascrittura dei dati. Interfaccia intuitiva e in italiano, anche se con alcuni errori di traduzione Visualizza descrizione completa

PRO

  • Impedisce il ripristino dei dati
  • Puoi scegliere fra tre algoritmi per sovrascrivere i file
  • Può spegnere il PC al termine dell'operazione

CONTRO

  • Errori nella traduzione in italiano

Buono
7

Prevent Restore garantisce la tua privacy impedendo il ripristino dei file cancellati. Puoi scegliere tre diversi algoritmi per la sovrascrittura dei dati. Interfaccia intuitiva e in italiano, anche se con alcuni errori di traduzione

La cancellazione di un file non elimina fisicamente il dato, ma consente semplicemente la sovrascrittura di quel settore del disco. In questo modo i file rimangono teoricamente recuperabili con dei programmi ad hoc. Per impedire questa possibilità di ripristino puoi affidarti a un'applicazione come Prevent Restore.

Prevent Restore è in italiano e in pochi passaggi ti permette di scegliere il drive su cui vuoi impedire il recupero dei dati. Ciò avviene mediante l'uso di speciali algoritmi che sovrascrivono i dati eliminati con caratteri o cifre aleatorie oppure ancora con spazi vuoti. Prevent Restore esegue l'operazione molto rapidamente e ti consente di programmare lo spegnimento del PC al termine del processo.

Prevent Restore

Download

Prevent Restore 3.01

— Opinioni utenti — su Prevent Restore

  • Martino Pio

    di Martino Pio

    "ottimo"

    Questo programma è ottimo, tranne che non è gratuito a tutti gli effetti perché se vuoi un servizio ottimo, devi pagare,... Altri.

    commentato il 25 aprile 2012

  • dolcibacioni

    di dolcibacioni

    "Prevent Restore"

    Per sfruttarlo al meglio devi pagare la licenza d'uso che costa pochi euri,programma un po' complesso per i meno esperti... Altri.

    commentato il 1 giugno 2010